Futurismo Morcianese 2013

Futurismo Morcianese, Fu.Mo. 2013, la Riviera diventa capitale del futurismo

Futurismo Morcianese, FU.MO. Edizione numero 4  per questo evento che si concentra sulla cultura futurista, forte dell’aver dato i natali (Morciano) ad uno dei personaggi più interessanti del movimento novecentesco: Umberto Boccioni. L’avanguardia qui è di casa, tant’è che si sono inventati questa specie di festival che già dal nome è indicativo dell’eccentricità dell’evento. Dal 26 al 28 luglio musica e spettacoli, cultura giovanile e l’applicazione delle teorie culinarie di Marinetti e Fillia.
Ingresso libero. In caso di pioggia l’evento si svolgerà a Morciano Fiere.

 

In Piazza Rumore si danno appuntamento nomi di alto interesse. Il 26 sera i Giardini di Mirò vsonorizzeranno per la prima volta la Rapsodia Satanica di Nino Oxilia (1917). Il 27 spazio ad un vero e proprio funambolo della parola: Alessandro Bergonzoni. Sarà lui il protagonista dell’evento Parolibero, dedicato alle culture giovanili e al futurismo. L’ultimo giorno, invece, è affidato al progetto Der Maurer con il cantautore Marco Parente. Insieme realizzeranno un concerto futurista con brani di Russolo, Reich, Schwitters e Cage. A chiudere ogni serata il dj set elettronico dei morcianesi Nü Èl.

Molto interessanti sembrano essere le serate dedicate alla cucina futurista. Tre cene, una per ogni sera di dì Fu.Mo. Cene ma soprattutto spettacolo (tant’è che sono a numero chiuso) prese in cura da Tiziano Rossetti e Luca Angelini (chef). Non mancherà il cibo da strada con degustazioni e dimostrazioni dei ristoratori locali.

E poi l’arte…. Viale Mutante è il nome della via che ospiterà le sculture da materiale riciclato di Lupan (Mutoid) e le opere di Claudio Ballestracci (quelle che lui stesso definisce macchine cacofoniche per l’amplificazione dei pensieri).

Due Vie delle Forme Uniche sono destinate al design e agli artisti del territorio.

Si chiama, infine, Zona Antigraziosa di Gioco l’area dedicata ai bambini, con la proiezione di cortometraggi, la possibilità di entrare in contatto con macchine interattive oppure, semplicemente, ascoltare una storia.

futurismo morcianese

Lascia un commento

Angela De Rubeis

Giornalista, laureata in comunicazione e giornalismo. Si occupa di viaggi e culture altre, consigli più o meno utili e indicazioni "popolane". Redattrice per Info Alberghi srl.

No comments

Add yours