Rimini ponte tiberio

Un francobollo per il bimillenario del ponte di Tiberio di Rimini

Un francobollo per il Ponte di Tiberio di Rimini. Esiste da ben 2mila anni ed è uno dei “pezzi di storia” che più caratterizzano Rimini. Insieme all’Arco d’Augusto è il segno tangibile della romanità di questa città che ancora oggi custodisce gelosamente il passaggio dei grandi romani. Un francobollo celebrativo, dunque, per il compleanno del Ponte di Tiberio. Francobollo che verrà messo in circolazione nel 2014 quando si celebrerà il bimillenario degli inizi dei lavori al ponte. Il francobollo farà parte del ciclo tematico “Il patrimonio artistico e culturale italiano”.

Il ponte cela leggende e realtà. Partiamo da quest’ultime. È indubbio che l’attraversamento di pietra collegasse Rimini con il resto del mondo. Può sembrare esagerato ma se si pensa alla realtà viaria del tempo invece la questione si ridimensiona. Il Ponte di Tiberio è collocato in una posizione strategica, in direzione nord. Da qui si aprono tutte le vie di collegamento con i paesi settentrionali, le vie Popilia ed Emilia che attraverso Ravenna e Piacenza univano all’Europa centrale e orientale. Oggi, con una visione ridimensionata, il Ponte di Tiberio unisce il centro storico di Rimini al vecchio borgo dei pescatori, Borgo San Giuliano, caratterizzato da piccole case colorate e coperte di murales caratteristici.

Un francobollo per il bimillenario del ponte di Tiberio di Rimini

Secondo la leggenda il Ponte di Tiberio è anche detto Ponte del diavolo

Ma dietro alla realtà, si sa, si nasconde la leggenda e spesso le due parti s’intrecciano e convivono alimentandosi. È questo un caso emblematico. A volerne la costruzione fu l’Imperatore Augusto nel 14 d.C. Ma a portarlo a termine fu il figlio Tiberio nel 21 d.C. Il ponte è apparso nel tempo come un passaggio indistruttibile: ha resistito, infatti, a diverse guerre e soprattutto ai numerosi e copiosi bombardamenti che colpirono Rimini durante la Seconda Guerra Mondiale (i tedeschi cercarono di minarlo, per farlo saltare in aria, al momento della loro ritirata).
Non ci fu guerra o cannoneggiamento che riuscì a buttarlo giù tanto che cominciò a guadagnarsi la nomea d’indistruttibilità e il nome di “Ponte del diavolo”. Secondo la leggenda Tiberio dovette lavorare 7 anni per portare a compimento il lavoro iniziato dal padre Augusto. 7 anni pieni problemi e intoppi tanto frequenti da dover interrompere in diversi momenti i lavori e in alcuni casi ai dovettero – addirittura – buttar giù pezzetti di ponte già costruiti (per problemi tecnici). Esasperato dall’impossibilità di portare a compimento la sua opera Tiberio si rivolse al diavolo alla ricerca di un patto. Il patto fu fatto e prevedeva che a opera ultimata, Tiberio l’avrebbe attraversato e al primo passaggio avrebbe dato la sua anima proprio al diavolo.  A patto fatto il ponte venne ultimato ma Tiberio non volle cedere la sua anima quindi a fare la prima passeggiata sul ponte ci mandò un cane. Lucifero accortosi dell’inganno si risentì e cercò di distruggere il ponte ma senza successo. Oramai quel ponte era indistruttibile!

Un pezzo di storia e di leggenda questo ponte che adesso – per volere del Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera – verrà impresso su un minuscolo pezzetto di carta dentellata.
Chissà cosa direbbe il caro vecchio Lucifero a sapere che il suo zampino andrà a finire su delle cartoline e delle lettere….

Lascia un commento

comments

Angela De Rubeis

Giornalista, laureata in comunicazione e giornalismo. Si occupa di viaggi e culture altre, consigli più o meno utili e indicazioni "popolane". Redattrice per Info Alberghi srl.

1 comment

Add yours
  1. Il Ponte di Tiberio compie 2mila anni. Sarà un anno di festa | Info alberghi 10 giugno, 2013 at 10:00 Rispondi

    […] Uno dei simboli più importanti della città di Rimini si avvicina ad un mitico traguardo. Il ponte di Tiberio di Rimini, infatti, sta per compiere i suoi primi 2mila anni. Si tratta di un attraversamento cominciato nel 14 Dopo Cristo e completato solo 7 anni dopo, tra una miriade di insuccessi e intoppi. Una serie di eventi che portò molti a circondare il Ponte riminese di leggende e miti, che scomodano addirittura il diavolo. Leggenda vuole, infatti, che fu lo stesso demonio a renderlo indistruttibile. Per l’occasione verrà stampato anche un francobollo celebrativo […]

Post a new comment