video virale harlem shake

L’Harlem Shake invade la Riviera

È il nuovo fenomeno virale del 2013: si chiama Harlem Shake e fa la sua comparsa su Youtube a febbraio 2013.
Dopo Gangnam Style – il video con più visualizzazioni in assoluto su Youtube il cui successo ha scatenato le community online nella realizzazione di imitazioni e parodie – quello dell’Harlem Shake sembra ripercorrere le sue orme propagandosi online proprio come una mania contagiosa.

Cos’è l’Harlem Shake
Si chiamano meme quei fenomeni virali che, generalmente a partire da foto o video, come in questo caso, si diffondono rapidamente e scatenano la creatività degli utenti online con video che reinterpretano l’originale e lo replicano nei contesti più disparati e fantasiosi.

L’Harlem Shake nasce il 2 febbraio su Youtube con un video caricato da un ragazzo giapponese. Il format è molto semplice: un personaggio inizia una sorta di danza tribale sulle note di Harlem Shake, un pezzo dubstep di Baauer , dj e produttore di Brooklyn, che grazie a questo video è diventato inaspettatamente famoso, mentre tutti gli altri guardano; nella seconda parte del video tutti ballano nel modo più curioso e sguaiato possibile, con abbigliamento originale e movimenti scomposti.

Ecco l’originale:

Harlem Shake in Riviera
Il fenomeno è inspiegabile ma il contagio è irresistibile. Non c’è una spiegazione razionale, ma i tanti video d’imitazione dimostrano che è qualcosa in grado di coinvolgere tantissime persone. Secondo i dati di YouTube, al 1° marzo erano oltre 250 mila i video caricati, provenienti da oltre 100 Paesi diversi, per oltre 700 milioni di visualizzazioni.

E il tormentone non poteva non invadere anche la Riviera Romagnola, che in quanto a mode è sempre sulla cresta dell’onda.
Ed ecco dunque che un gruppo di ragazze e ragazzi ha realizzato una versione del video “Harlem Shake” in chiave “Riminese al 100%”.

Non è l’unica versione romagnola: basta infatti fare una rapida ricerca su Youtube per trovar altre divertenti parodie lungo la costa.

Questo è l’Harlem Shake realizzato negli uffici della famosa discoteca Cocoricò:

questo nel parco tematico riminese Italia in Miniatura:

questo al Bagno 26 di Rimini

e persino all’Università di Rimini

E voi, ne avete trovati altri?

Lascia un commento

comments

Valentina

Appassionata di scrittura e racconti di viaggio, riminese d'adozione, si occupa di SEO e copywriting.

1 comment

Add yours

Post a new comment