Giorno della Memoria

27 gennaio 2014 Giornata della memoria. Le iniziative in Riviera per non dimenticare

Campo di concentramento di AushwitzSi celebra oggi, lunedi 27 gennaio, la Giornata della Memoria, per non dimenticare lo sterminio del popolo ebraico e delle minoranze etniche durante la dittatura nazista e la seconda guerra mondiale. Il 27 gennaio 1945 venivano abbattuti i cancelli del campo di concentramento di Aushwitz e con loro si apriva al mondo la coscienza dell’orrore perpetrato dall’uomo contro l’uomo. Oggi si ricorda la storia con iniziative rivolte soprattutto ai giovani e alle scuole, aperte a tutti coloro che partendo dal passato vogliono riflettere sul presente e sul futuro.
Anche nelle città della Riviera Romagnola sono in programma mostre, proiezioni cinematografiche, incontri.

Rimini presenta la mostra “Anne Frank, una storia attuale” mostra documentaria a cura della Anne Frank House di Amsterdam, visitabile al palazzo del Podestà (1° piano) dal 26 gennaio al Anna Frank23 febbraio 2014 tutti i giorni (tranne il lunedi) dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30. E’ la storia della Shoah raccontata attraverso la vita di Anne Frank grazie a fotografie, docunebti ionediti e citazioni dal celebre diario. L’ingresso è gratuito.
Per info: 0541 704203

Stasera alle 21 invece, viene proiettato al Teatro degli Atti “A film unfinished (Shtikat Haarchion) ” di Yeal Hersonski (Israele 2010), un documento molto interessante che prende le mosse da un caso bizzarro: il ritrovamento di 4 bobine  di un film girato dai nazisti nel Ghetto di Varsavia ritorvate in un archivio tedesco 50 anni dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Mercoledi 29 gennaio alle 17, infine, si svolgerà presso la Sala del Giudizio del Museo della Città la lectio magistralis dal titolo “La memoria contro la storia. La fine degli ebrei del mondo arabo (XIX- XX secolo)”, di Georges Bensoussan storico direttore della Revue d’histoire de la shoah e responsabile editoriale del memorial de la shoah.

Spostiamoci a Riccione dove stasera alle 21.15 Erika Lorenzon e Francesca Gallo, rispettivamente ricercatrice e cantante presentano una serata dal titolo “Come branchi di zebre. Gli internati militari italiani testimoni straordinari della Shoah”. Insieme ricostruiscono le tappe di un viaggio di disperazione, quello dei 600 mila Internati Militari Italiani, divenuti forza lavoro nei campi di concentramento e che, tornati in Italia, hanno riportato racconti preziosi e descritto con vividezza scene di deportati che marciavano nelle loro divise a strisce, come branchi di zebre appunto. La Lorenzon ha condotto molte ricerche sull’argomento e analizzato i diari di oltre 300 deportati le cui  testimonianze saranno portate alla luce durante la serata, accompagnate dai canti e dalle musiche che hanno caratterizzato quel triste periodo.

Anna ArendtStasera alle 21 e domani alle 20.30 per il ciclo “Riccione cinema d’autore” assisterete alla proiezione di “Annah Arendt” di Margarethe Von Trotta (Germania 2013), la storia della filosofa ebrea tedesca che dopo aver trovato rifugio negli Stati Uniti comincia a collaborare con alcune testate giornalistiche fino ad arrivare come inviata del New Yorker in Israele a seguire il processo contro il funzionario nazista Adolf Eichmann, processo da cui trarrà ispirazione per scrivere il libro “La banalità del male”.

A Cervia, infine, sono in programma mostre e incontri che spaziano dalla Shoah alle persecuzioni di genere.
Saranno visitabili fino all’1 febbraio presso la Biblioteca Comunale di Cervia la mostra “Le vittime della Shoah” rivolta alle scuole e la mostra “Omocausto. Lo sterminio dimenticato degli omosessuali”, a cura dell’Arcigay in collaborazione con ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) Cervia e associazione “Integriamoci insieme”.
“Quando cadde il cielo…” è invece il titolo della mostra visitabile fino al 2 febbraio presso la sala Rubicone dalle 16 alle 19 mentre mercoledi 29 alle 16 si terrà l’incontro “L’omofobia dai campi di sterminio ad oggi” presso la Biblioteca Comunale,” a cura di ANPI e Arcigay.
Il 25 gennaio alle 16, infine, è in programma l’incontro “Poesia & Musica. Per ricordare le vittime dell’Omocausto e dell’omofobia” in Sala Rubicone.

Lascia un commento

comments

Romina Balducci

Redattrice per Info Alberghi srl

No comments

Add yours