Rimini - Il cinema dipinto di Carlantonio Longi

Rimini e il cinema. La mostra di Carlantonio Longi, un sogno di “Cinema dipinto”

 

Rimini e il cinema. Un matrimonio che assume le sue massime espressioni in Federico Fellini ma che non manca di regalare altre piccole chicche, perle che la capitale della Riviera non si è lasciata scappare. Ecco che negli spazi della Fabbrica Arte Rimini (FAR) sono raccolte, in una mostra, le opere di Carlantonio Longi “Cinema dipinto”, uno dei cartellonisti più bravi e interessanti che hanno operato tra gli anni ’40 e ’70. Sino al 6 gennaio è possibile visitare la mostra.

Come trasportare le dimensioni animate dei racconti cinematografici nello spazio di un cartellone? Difficile ridurre le emozioni, le musiche, gli ambienti e le atmosfere nel “piattume” di un’immagine statica. E partendo da questa considerazione, dall’idea della difficoltà di una tale operazione che meglio si coglie la grandezza dell’opera in mostra a Rimini. Il cartellone cinematografico è una nuova trasposizione, una nuova forma di comunicazione, una civetta che al suo interno deve contenere tutto e anche di più rispetto all’opera originale.

Un grande artista come Carlantonio Longi ha fatto tutto questo e anche di più, si è prestato alla causa del cinema e attraverso il suo genio ha partorito dell opere uniche che adesso si muovono da sole, sulle loro gambe.

Molte tavole originali sono giunte a noi grazie all’amore e alla pazienza del figlio di Carlantonio, Roberto che oggi ci permette di accede ad un sogno. Un sogno fatto di schizzi e di bozzetti, idee e studi sul cinema e l’immagine. Un piccolo grande tesoro che non mancherà di affascinare anche i meno appassionati del tema.

Una mostra per tutti, dunque, ma soprattutto un’occasione. Un occasione per cogliere l’abilità dell’artista che ha ritratto i divi più amati della storia del cinema italiano. Nei suoi disegni colorati gli strati di realtà si sovrappongono, primi piani e sfondi sono strutturati con livelli di immagine che sono anche livelli di senso, prestati alla narrazione per essere colti dagli occhi e dall’anima.

Tra tutte le opera realizzate da Longi segnaliamo Uccellacci e Uccellini del grande Pier Paolo Pasolini ma anche chicche internazionali come Il sospetto, film cult di Alfred Hitccock.

Una mostra da non perdere!

La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.
Per informazioni 0541.704416

 


 


 

Lascia un commento

comments

Angela De Rubeis

Giornalista, laureata in comunicazione e giornalismo. Si occupa di viaggi e culture altre, consigli più o meno utili e indicazioni "popolane". Redattrice per Info Alberghi srl.

No comments

Add yours