Rimini dal vero: i primi film sulla Rimini perduta di inizio Novecento

Rimini dal vero: i primi film sulla Rimini perduta di inizio Novecento

 Rimini dal vero: i primi film sulla Rimini perduta di inizio Novecento

Rimini dal vero: i primi film sulla Rimini perduta di inizio Novecento

Viaggio all’indietro, verso le origini del cinema e della città di Rimini. Così domenica 28 luglio a Rimini, nel Chiostro della Biblioteca Gambalunga, si terranno (ad ingresso gratuito) 3 proiezioni di altrettante pellicole, con lo scopo di mostrare… Rimini dal vero: i primi film sulla Rimini perduta di inizio Novecento. Una Rimini d’altri tempi, un simbolo perduto di un certo modo di intendere il nostro paese e il “tempo del riposo”. Una città simbolo di un periodo simbolo nelle immagini dei film – sulla città di Rimini – più antichi, mai ritrovati.

La serata annuncia essere una tra le più interessanti dell’estate culturale riminese, con musica dal vivo e la proiezione di veri capolavori. A proposito di capolavori, la serata partirà proprio dal centenario di un capolavoro Rimini l’Ostenda d’Italia (Luca Comerio, Italia, 1913). Film che possono dirsi anche “documentari” in quanto documenti reali dal valore inestimabile.

Rimini così come non l’avete mai vista, prima dei (centinaia) bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, prima che diventasse maceria da ricostruire. Angoli di città sconosciuti, ora ritrovati grazie al potere della macchina da presa. Un potere che imprime e restituisce come un immutato viaggio nel tempo. Gli altri due film (di pochi minuti l’uno, in realtà) saranno: Rimini et sa magnifique plage (Italia/Francia, anni Venti/Trenta?) e La città di Rimini (Italia 1912).

Con Massimo Pulini (assessore alla cultura del Comune di Rimini) e Marco Bertozzi (storico del cinema), la serata mostrerà una Rimini che non c’è più. Tra tutti segnaliamo due piattaforme situate al largo del mare chiamate allora, Giostra e Pagoda. E poi ci sono il Grand Hotel, il Ponte di Tiberio e la sfilata del carro dei fiori sulla strada dei villini (sull’attuale lungomare della città).

Una serata da non lasciarsi scappare… soprattutto se si ama la città di Rimini.
Le musiche verranno eseguite da: Antonio Coatti, Gianluca Ravaglia ed Emanuela di Cretico

Pe rulteriori informazioni bibliotecagambalunga.it

 

Lascia un commento

comments

Angela De Rubeis

Giornalista, laureata in comunicazione e giornalismo. Si occupa di viaggi e culture altre, consigli più o meno utili e indicazioni "popolane". Redattrice per Info Alberghi srl.

No comments

Add yours