Mostra al museo d’arte di Ravenna, la cultura a due passi dal mare

Caravaggio, Ragazzo morso da un ramarro

Miseria e splendore della carne. Caravaggio, Courbet, Giacometti, Bacon… È questo il titolo della mostra pittorica curata da Claudio Spadoni e allestita al Museo d’Arte della città di Ravenna. Una mostra che, come recita il sottotitolo “Testori e la grande pittura europea”, è dedicata al grande artista, drammaturgo, storico e critico d’arte italiano e rimarrà aperta al pubblico fino al 17 giugno 2012.

Sono tanti i dipinti. Sono tanti i pittori. L’esposizione propone cinque secoli di arte, dal Cinquecento al Novecento, ripercorrendo la complessa militanza critica di Testori.
Si parte da una rassegna della pittura di realtà in Lombardia, che rappresenta gli esordi di Testori come critico e allora allievo di Roberto Longhi, per arrivare a una serie di ritratti che i suoi amici pittori gli hanno dedicato.
Nel mezzo ci sono opere come il capolavoro del Caravaggio, Ragazzo morso da un ramarro, e importanti rappresentanti europei. Per citare qualche nome, Fra Galgario e Ceruti in rappresentanza del Seicento e Settecento, Gèricault e Courbet come interpreti dell’Ottocento francese e un’ampia lista di nomi del Novecento, a partire da Giacometti e Bacon per arrivare a Guttuso e all’amico di una vita, Morlotti.

Ma l’arte non è da citare o descrivere, l’arte è da assaporare con gli occhi. Per questo non svelerò oltre. Basti dire che c’è ancora un mese per scoprire la mostra!

Orari dall’1 aprile:
martedì-giovedì ore 9-18
venerdì ore 9-21
sabato e domenica ore 9-19
chiuso il lunedì

Ingresso:
9 euro intero
7 euro ridotto

Informazioni:
tel. 0544-482477
www.museocitta.ra.it

 

Lascia un commento

comments

Simona Brunazzi

Giornalista professionista di Ravenna con la passione per la danza, la televisione e gli eventi del territorio.

No comments

Add yours