Il Green Booking muove i primi passi

Il Green Booking muove i primi passi

Il Green Booking muove i primi passi. E gli albergatori fanno sentire la loro voce. E’ successo a Misano Adriatico, dove Domenico Fabbri, titolare dell’Hotel Amarcord e già parte del progetto Green Booking, è andato in Comune a sollecitare il sostegno dell’amministrazione al progetto. Un passaggio necessario, dato che sono proprio le amministrazioni che indicano a Info Alberghi – web agency promotrice del progetto  – quali essenze piantumare e in quali luoghi.

“Ho scelto di aderire al Green Booking – racconta Domenico – perché mi è piaciuto come progetto. E’  semplice ma concreto, e dà la possibilità a ognuno di noi di fare una piccola cosa che può dare grandi risultati. Sono convinto che il nostro futuro dipenda dalle scelte ambientali che facciamo”.

 


Grazie all’intervento del proprietario dell’Amarcord, il Green Booking entra di diritto fra i progetti di turismo ecosostenibile appoggiati dal comune di Misano Adriatico.

“Abbiamo aderito volentieri a questo progetto – afferma Manuela Tonini, assessore turismo sport e cultura di Misano Adriatico – in quanto con un semplice atto di patrocinio non oneroso abbiamo dato la possibilità agli hotel del nostro territorio che partecipano al progetto di vedere piantate le essenze acquistate col loro contributo proprio nel nostro comune.

“Già negli anni passati – prosegue l’assessore – il comune di Misano ha ottenuto il riconoscimento della bandiera blu e della bandiera verde dei pediatri, grazie all’attenzione non solo ai servizi, ma anche alla tutela ambientale”.
Le piantumazioni riguarderanno tutti i comuni della riviera romagnola: si va da essenze allergy free nel giardino della scuola IV Novembre di Riccione al ripristino dell’Anello del Pino di Milano Marittima, dalla riqualificazione del lungomare Rasi Spinelli di Cattolica a quella di Parco Murri a Rimini. Minimo comun denominatore il desiderio di contribuire concretamente alla tutela ambientale, per i turisti e per i cittadini, e raggiungere l’obiettivo di 1000 alberi sulla riviera romagnola in 5 anni.

Anche a Misano Adriatico, Paolo Ghinelli, assessore lavori pubblici e ambiente, ha già definito le aree di piantumazione e le essenze.

“Per questo progetto abbiamo individuato delle aree lungo il litorale: il parco della foce Conca, all’interno del quale potrebbero essere piantate pini marittimi e la ginestra, e poi verso Misano Brasile, con Olivello di Boemia o spinoso o tamerici di dimensioni ridotte di tipo africano”.
Accolto con favore da enti pubblici e soggetti privati, il Green Booking è arrivato a comprendere più di 40 alberghi in meno di un mese, e la collaborazione di tutti i comuni di costa, diventando così una possibilità concreta di far attecchire in riviera un’idea di turismo più sensibile.

Lascia un commento

comments

Stefano Rossini

Giornalista freelance, si occupa di viaggi, itinerari, cultura (senza dimenticare l'aspetto enogastronomico), sociale e nuove tecnologie. Collabora con riviste italiane e internazionali, guide viaggi e portali web.

No comments

Add yours