rimini video happy

#HappyRimini per tutte le stagioni

Tutti happy a Rimini.

Qualche settimana fa mi sono fatto prendere dalla scienza riportando i dati dell’Università degli Studi di Milano secondo i quali nel 2013 la felicità a Rimini è stata del 62,5%. Baggianate da cervelloni, sembrano dire gli ideatori e i protagonisti di We are happy from Rimini #HappyRimini, il video virale del momento sulla riviera felliniana.
Ci sono tutti: i fiorai della Vecchia Pescheria, giocolieri sui mosaici romani della Domus del Chirurgo, i banchi pesce del Mercato Coperto, la Ruota, Castel Sismondo, il Tempio Malatestiano, il Grand Hotel, i venditori ambulanti del Parco Cervi, ballerine tra gli arazzi del Museo Civico, l’astronave del Palacongressi; per culminare con l’immancabile Magic Voice, da sempre impallato sulla sua hit “Ciao ciao Lulù”. Chi non lo conoscesse dovrebbe lasciarsi deliziare dalla lettura della sua biografia. Se mai qualcuno abbia avuto il coraggio di scriverne una.

La trovata del video è azzeccata e contemporanea: promuovere la città scimmiottando un video-clip da 200 milioni di click come “Happy” di Pharrell Williams (che rimarrà indubbiamente uno dei tormentoni della prossima estate). Gente raccolta per le strade riminesi – con tanto di personaggi improbabili in pieno Fellini-style – che balla sulle note di questa canzone magnetica capace di disinibire anche la quercia più nodosa. Il video ha i colori – e gli abbigliamenti – della primavera romagnola. Ecco perché, dopo la visione, sorge spontaneo il bisogno di vederlo in chiave summer con folle mezze nude sulla spiaggia e intente a ingurgitare vivande negli agriturismi della Valmarecchia.

Un #HappyRimini per tutte le stagioni. E perché no?, sperare in un altro bel nevone invernale per far spuntare ballerini dalle “dune” di neve di Marina Centro.

Intanto, a proposito di video virali, proseguono la scalata di YouTube altri due fenomeni internazionali.

Il primo è la sicula Suor Cristina, la “sorella” più famosa della rete che, nei tempi di rivoluzione di Papa Francesco, si presenta alle telecamere di un talent show al grido di ho-un-dono-ve-lo-dono; ad un mese dalla sua performance le visualizzazione sono già a quota 46.000.000, ovvero ha già ampiamente stracciato qualsiasi sonata della Pausini.

Il secondo fenomeno è il video di quel pirla Canadese che si è fatto dare un calcio dal macchinista di un treno in corsa «Kicked in the head by a train».

E mentre Suor Cristina passerà dagli studi di “The Voice” alla austerità di un convento – si presume -, tale “pirla del treno” rischia di diventare persino ricco. I suoi 11 secondi di video sono già stati cliccati 25.000.000 di volte in soli 7 giorni (!), facendo gola ad alcune società americane di media ed intrattenimento. Si parla di un ingaggio dai 30 mila ai 250 mila dollari. Ma non ditelo a chi ha sputato sangue studiando una vita per ritrovarsi a trent’anni senza un posto fisso… Mondo pazzo.

L’importante è essere happy.

 

Vuoi conoscere altri video virali sulla Riviera? Leggi l’articolo sull’Harlem Shake in Riviera!

Lascia un commento

comments

Mirco Paganelli

Giornalista freelance

No comments

Add yours